Ti trovi qui
Home > Apertura > Etna: 5 scosse di terremoto di magnitudo 2.3. L’Ingv: «Nessun rischio»

Etna: 5 scosse di terremoto di magnitudo 2.3. L’Ingv: «Nessun rischio»

Cinque lievi scosse di terremoto sul versante occidentale dell’Etna: nessun danno alle persone o alle cose, mentre gli esperti dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) minimizzano, spiegando che si tratta del «normale trend del quadro tettonico che caratterizza il vulcano».

I sismi – compresi tra una magnitudo di 2.0 e di 2.3 – sono stati registrati dalla rete di controllo dello stesso Ingv nel pomeriggio di ieri alle 19,13, alle 19,18 e alle 19,40; in serata alle 21,56 e infine poco dopo la mezzanotte. Epicentro degli eventi la zona di Monte Minardo. L’ipocentro, invece, a una profondità compresa tra 25 e 28 chilometri.

«È proprio il dato dell’ipocentro – spiegano gli esperti dell’Ingv – a testimoniare che si tratta di fenomeni di natura tettonica, cioè del costante movimento delle faglie che si sviluppano come una ragnatela e che fanno da base all’Etna. Per il resto, il vulcano continua nella sua lenta ma costante fase di ricarica magmatica dal profondo, fase iniziatasi all’indomani della conclusione dell’ultimo ciclo parossistico dai crateri sommitali».

Articoli Consigliati

Top