Ti trovi qui
Home > Apertura > Raffica di arresti a Palermo. Presi rapinatori seriali

Raffica di arresti a Palermo. Presi rapinatori seriali

PALERMO

Usavano sopratutto cacciaviti e martelli ma, in caso di protezioni particolarmente resistenti, non si facevano scrupolo di impiegare un flex di grosse dimensioni. Strumenti molto rumorosi e per questo la banda, composta da tre palermitani, si concentrava sopratutto nelle stazioni di servizio particolarmente isolate e quasi sempre poco dopo l’alba. L’ultimo caso la macchinetta del self-service nell’area di rifornimento di carburante lungo la Palermo-Sciacca all’altezza di Altofonte. I forti rumori, però, hanno attirato l’attenzione dei carabinieri della zona che, una volta giunti sul posto, hanno arrestato Davide Schiera, Giovanni e Ivan Caravello. Volti già noti alle forze dell’ordine. I tre hanno tentato inutilmente la fuga verso Palermo su una fiat Uno bianca a fari spenti. Dentro l’abitacolo i carabinieri hanno trovato vari attrezzi da scasso oltre a berretti e sciarpe usati per coprire il volto durante i furti. Sempre a Palermo la polizia ha fermato il 26enne Gaetano Di Francesco. L’uomo è indagato per altre 16 rapine commesse ai danni di farmacie ed esercizi commerciali nel quartiere del Cep. L’ultima rapina ai danni di un supermercato poco prima della chiusura. Il giovane armato di coltello ha minacciato un impiegato, facendosi consegnare l’incasso e fuggendo via a piedi. I poliziotti sono andati a casa di Di Francesco e lo hanno bloccato mentre rincasava.

Articoli Consigliati

Top