Ti trovi qui
Home > Cronaca > Palermo, ragazzi aggrediti alla Vucciria: arrestati due fratelli

Palermo, ragazzi aggrediti alla Vucciria: arrestati due fratelli

PALERMO

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato due fratelli accusati di avere accerchiato e picchiato alcuni ragazzi, la scorsa estate, a Palermo. Ai domiciliari sono finiti Dino e Cristian Salvato, rispettivamente di 28 e 31 anni. Entrambi dovranno rispondere di violenza sessuale, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Mentre, è stato disposto l’obbligo di dimora per J.S., di 22 anni, accusato di resistenza a pubblico ufficiale perchè insieme ad altri avrebbe favorito la fuga dei due indagati. I fatti risalgono alla notte del 21 agosto scorso, quando alcuni studenti mentre si trovavano in un pub, in piazza Garraffello, alla Vucciria, vennero accerchiati da alcuni giovani che iniziarono a molestare le ragazze presenti. In difesa di due studentesse, intervennero gli amici, che furono aggrediti. Uno dei componenti del “branco”, inoltre, colpì una delle studentesse con un pugno alla spalla e le sfilò uno zainetto. Le vittime, dopo essere sfuggite al pestaggio, allontanatesi verso piazza San Domenico, lanciarono l’allarme, telefonando al 113. I poliziotti, giunti sul posto, individuarono uno degli aggressori, su indicazione delle vittime. Ma l’indagato, raggiunto per essere identificato, colpì uno degli agenti con una gomitata, per poi darsi alla fuga. Il ragazzo venne inseguito e raggiunto nei pressi di un pub, dove venne bloccato. Ma alcuni dei clienti, iniziarono a insultare e minacciare i poliziotti, aggredendoli e permettendo così al giovane fermato di darsi alla fuga. Le indagini, condotte dagli agenti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile, hanno poi portato alla identificazione dei fratelli Dino e Cristian Salvato, e di un terzo giovane ritenuto responsabile insieme ad altri di avere accerchiato e minacciato gli agenti, favorendo la fuga dell’indagato.

Articoli Consigliati

Top