Ti trovi qui
Home > Apertura > Metro di Catania: ma da quanto si attendeva?

Metro di Catania: ma da quanto si attendeva?

CATANIA

Oggi si festeggia. Ma di anni ne sono passati. Tanti, forse troppi. L’inaugurazione della tratta Galatea-Stesicoro della metropolitana di Catania arriva dopo 6 lunghi anni. Tra il sospetto del cemento depotenziato, la corruzione nella gestione degli appalti, si arriva all’inaugurazione.
Era il 30 luglio del 2007 quando Mario Spampinato, ex commissario governativo della Ferrovia circumetnea, firmava il contratto con il consorzio Uniter rappresentato da Santo Campione della Sigenco. La data prevista di ultimazione dei lavori era fissata per novembre 2009.
Da quella data, evidentemente, sono trascorsi molti anni. Tra i problemi legati alle gallerie che, secondo quanto accertato si sarebbero scontrate con le fondamenta dell’immobile oggi adibito a Questura per cui è stato necessario rifare il progetto con un incremento di costi di 4 milioni di euro, all’ultima batosta, poco più di un anno fa, quando la Procura ha chiesto il sequestro della tratta che oggi si è inaugurata.
Le gallerie realizzate da Sigenco non sarebbero idonee a sopportare le possibili sollecitazioni di un territorio ad alto rischio sismico qual è quello etneo. Il giudice però non ha accolto il sequestro ritenendo che fosse trascorso molto tempo dalla redazione della perizia. Oggi, tra ritardi e problemi giudiziari, Catania festeggia l’arrivo della metropolitana nel cuore del centro storico. Ma questa è solo la prima tappa. Questa mattina, l’assessore ai lavori pubblici, Luigi Bosco, nella nostra trasmissione “Buongiorno anche a te” ha parlato del futuro della metropolitana.

Il passato, dunque, è storia vecchia. Oggi Catania festeggia in attesa di diventare una città metropolitana in piena regola.

APPROFONDIMENTO NEL TG

di Simona Zappalà

Articoli Consigliati

Top