Ti trovi qui
Home > Cronaca > Extracomunitario in manette: documenti falsi e ricettazione

Extracomunitario in manette: documenti falsi e ricettazione

CATANIA

Accusato di falso e ricettazione. Nel corso di un controllo di documenti esibiti dai passeggeri in arrivo da Istanbul col volo della compagnia Tukish Airlines, è stato arrestato un extracomunitario, Abdellah Lamsanes di 33 anni, in possesso di documenti falsi e accusato di ricettazione.

Gli operatori della polizia di frontiera hanno controllato i documenti esibiti capendo immediatamente la contraffazione: la stampa del fondo della pagina dati, infatti, non è risultata coincidere con l’originale così come l’inchiostro utilizzato e la fustellatura delle pagine; anche i dati elettronici riportati sul documento non erano leggibili al sistema informativo frontiere.

Immediatamente è stata disposta la perquisizione sulla persona e sul suo bagaglio, a seguito della quale sono stati rinvenuti un passaporto marocchino e una carta d’identità marocchina. Dalle prime indagini è risultato che lo straniero era stato già recentemente arrestato per il reato di traffico di stupefacenti.

A seguito della sentenza, la Procura della Repubblica di Ravenna, in presenza di un provvedimento di espulsione coattiva e di divieto di ingresso nel territorio nazionale fino al 24.10.2021 emesso a carico dell’accusato, aveva emesso un decreto di sospensione dell’espiazione della pena. Ma appena messo piede sul territorio italiano, in violazione del provvedimento espulsivo, la Procura ha emesso un ordine di esecuzione per la carcerazione che ripristina la carcerazione. L’extracomunitario è stato associato alla casa circondariale Piazza Lanza.

 

Articoli Consigliati

Top