Ti trovi qui
Home > Apertura > Medicinali e bombole d’ossigeno rubati all’Asp di Ragusa, venduti tra una bara e un cuscino di fiori

Medicinali e bombole d’ossigeno rubati all’Asp di Ragusa, venduti tra una bara e un cuscino di fiori

RAGUSA

Oltre a vendere le bare, per chi lo richiedeva in quella agenzia di pompe funebri c’erano anche medicinali, apparecchiature sanitarie, bombole di ossigeno, 5 letti e materassi antidecubito, 10 sedie a rotelle e stampelle. Non mancava proprio nulla come vi mostriamo in queste immagini ed il servizio al cliente era impeccabile. L’unico piccolo dettaglio è che tutto quel materiale veniva rubato dall’ospedale di Vittoria ed era di proprietà dell’Asp di Ragusa. Ma appunto per il titolare di 55 anni si trattava solo di un dettaglio… perché così agendo gli utili aumentavano e, neanche a dirlo, piovevano quattrini.

Ci sono volute dieci ore di accertamenti da parte degli agenti della Squadra Mobile di Ragusa e del commissariato di Vittoria per ricostruire il modus operandi del proprietario dell’esercizio che è stato denunciato per ricettazione.

Non solo tabuti dunque ma anche assistenza domiciliare a spese dell’Azienda sanitaria provinciale è proprio il caso di dirlo. Il valore del materiale ritrovato ammonta a 30 mila euro. Il truffatore una volta scoperto si è giustificato dicendo che quei presidi medici li aveva ricevuti dai familiari di alcuni defunti. Una bufala se si pensa che tutto ciò che l’asp consegna ai pazienti, al termine delle cure deve obbligatoriamente essere restituito per consetirne l’utilizzo in altre circostanze. Un tentativo di salvare il salvabile svanito nel nulla.

APPROFONDIMENTO NEL TG

 

furto-di-medicinali-ultimatv

Articoli Consigliati

Top