Ti trovi qui
Home > Apertura > Ispettori del Ministero al Comune di Palermo: al setaccio i documenti

Ispettori del Ministero al Comune di Palermo: al setaccio i documenti

PALERMO

Arrivano gli ispettori ministeriali negli uffici del comune di Palermo per verificare cinque anni di attività, dal 2011 al 2015. Il sindaco Leoluca Orlando ha incontrato tre dirigenti dei Servizi ispettivi di finanza pubblica del ministero dell’Economia e delle Finanze, incaricati dal ragioniere generale dello Stato di svolgere una ampia verifica amministrativo-contabile al comune di Palermo.
I tre dirigenti, che hanno iniziato le proprie attività lo scorso 12 dicembre e proseguiranno dopo le festività natalizie, sono incaricati di «acquisire informazioni e documentazione su circa 55 diversi temi ed argomenti della vita amministrativa del Comune inerenti gli anni dal 2011 al 2015 e, in alcuni casi, fino ad oggi».

«Come naturale che sia in un corretto rapporto di collaborazione istituzionale – ha detto il sindaco Orlando – ho assicurato la massima disponibilità del Comune e dei suoi uffici, garantendo il massimo supporto operativo da parte dei vertici dell’amministrazione, a partire dalla segreteria generale e l’ufficio di gabinetto, per lo svolgimento di tale attività svolta dal ministero». Gli argomenti oggetto della verifica «riguardano a vario titolo l’applicazione dei contratti di lavoro – si legge in una nota del Comune – nonché le attività di programmazione del fabbisogno e di valutazione del personale, le nomine, i contratti, i rapporti con le partecipate, l’affidamento di incarichi esterni, l’andamento della spesa, il rispetto del Patto di stabilità, il Piano anticorruzione, le procedure d’appalto, la riduzione della spesa costi per alcune voci».

Articoli Consigliati

Top