Ti trovi qui
Home > Cronaca > Cassibile, violenta estorsione: arrestati due extracomunitari

Cassibile, violenta estorsione: arrestati due extracomunitari

SIRACUSA    

Cassibile. Arrestati in flagranza di reato due cittadini originari del Marocco, per il reato di tentata estorsione in concorso e lesioni personali. Sono Abderrazzak Hajjaji, di 40 anni e Jaouad Faridi, di 29 anni, entrambi residenti a Cassibile e incensurati.

Tentavano di estorcere del denaro ad un altro extracomunitario, esercitando su di lui violenza fisica oltre che verbale. I due si sono presentati davanti casa della vittima, insistendo con la richiesta di un contributo in denaro per la raccolta di soldi necessaria alla costruzione di una moschea a Cassibile. Dopo i ripetuti rifiuti da parte dell’uomo che, evidentemente, non aveva ritenuto la veritiera la motivazione della richiesta in denaro, i due hanno distrutto una sedia e con le parti rimaste hanno colpito ripetutamente il connazionale. I malviventi sono subito scappati, lasciando l’uomo steso sul pavimento ferito e sanguinante.

E’ stata una telefonata al 112 ad allertare i carabinieri che si sono repentinamente recati sul posto dando il via alla ricerca dei due extracomunitari in fuga. Tramite alcune indicazioni fornite dalla stessa vittima, gli agenti hanno rintracciato i due proprio all’interno delle loro abitazioni dichiarandoli in arresto. Necessario anche l’intervento del 118, un ambulanza ha trasportato la vittima al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico con prognosi di 10 giorni.

Articoli Consigliati

Top