Ti trovi qui
Home > Cronaca > Palermo, Sicilia in Sicurezza. Gucciardi: «Migliorare la sicurezza dei siciliani»

Palermo, Sicilia in Sicurezza. Gucciardi: «Migliorare la sicurezza dei siciliani»

PALERMO

Sono circa 12 mila le persone formate nell’ambito del progetto Sicilia in Sicurezza – piano straordinario della formazione per la sicurezza sul lavoro – per prevenire gli incidenti sui luoghi di lavoro e promuovere sicurezza e salubrità. Quasi 6000 fra docenti, dirigenti e studenti sono accorsi da tutta le regione, tra cui oltre 2.000 studenti che riceveranno un attestato che li qualificherà come responsabili della sicurezza. Il progetto nasce dagli accordi Stato – Regione e dal dipartimento Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale Salute che, insieme all’ufficio scolastico regionale, ha promosso l’iniziativa. «Sicilia in Sicurezza è parte integrante del Piano regionale della prevenzione sul quale la Regione punta con convinzione – ha spiegato l’assessore regionale per la Salute, Baldo Gucciardi -. Prevenire significa evitare gli incidenti e le loro conseguenze e migliorare la sicurezza dei siciliani e la loro qualità della vita. Progetti innovativi come questo – ha continuato – non servono solo a migliorare le condizioni di sicurezza ma anche a creare sbocchi occupazionali, a formare i nostri giovani e a generare un circuito virtuoso di collaborazione fra istituzioni che prima non c’era e che contribuisce a rendere più efficiente e sicuro l’intero sistema». Fondamentale è stata la collaborazione fra istituzioni che ha dato vita a percorsi comuni fra la Regione, le nove Asp dell’isola, le associazioni datoriali, i sindacati e tutti i soggetti istituzionali interessati al tema della sicurezza sul lavoro.

Il progetto si articola in due parti, di cui la prima rivolta proprio al mondo della scuole. È così che sono stati formati docenti e studenti negli ultimi due anni degli istituti tecnici. “Il progetto, frutto della collaborazione tra la Direzione Generale dell’Usr Sicilia e l’Assessorato alla Sanita’, puo’ considerarsi un fiore all’occhiello dell’attività svolta dall’Ufficio”, ha sottolineato Maria Luisa Altomonte, direttore generale dell’Ufficio scolastico Regionale.

Il secondo aspetto del progetto, realizzato attraverso le nove Asp, è stato invece rivolto alla formazione sui luoghi di lavoro con particolare attenzione all’edilizia e all’agricoltura, i due settori maggiormente colpiti da incidenti con gravi conseguenze. Proprio nell’ambito della Formazione sui luoghi di lavoro si è dato vita ad una vera e propria rete fra tutti i soggetti coinvolti con l’unico risultato comune che è quello della promozione della cultura della sicurezza sul lavoro ed il miglioramento dell’applicazione di tutti gli accorgimenti per l’abbattimento dei rischi e il contenimento di eventuali danni alla persona.

Un momento importante, nell’ambito del progetto, è stato anche il ‘Teatro Formazione’. Una vera e propria compagnia teatrale, formata da persone che hanno subito incidenti sul lavoro di vario genere e tipo, è stata riunita al Cefpas di Caltanissetta, dove erano presenti anche i giovani coinvolti nel progetto. Gli ‘attori’ hanno raccontato e messo in scena i loro incidenti e spiegato come si sarebbero potuto evitare o limitare i danni. A seguire c’è stato un momento di confronto tecnico e umano che ha rappresentato una parte importante dell’esperienza formativa. Nell’ambito del progetto è stato anche indetto un concorso fra i ragazzi per la realizzazione di video incentrati proprio sui temi della campagna per la sicurezza. Quindici i lavori che sono stati premiati nel complesso, i primi tre con un computer, gli altri con un tablet.

Nella cabina di regia del progetto, oltre al Dirigente generale Ignazio Tozzo ci sono Leonardo Ditta, Antonio Leonardi, Antonio Maestri, Paolo Conte ed Elisabetta Gerbino. Fondamentale la collaborazione serrata con l’ufficio Scolastico regionale rappresentato da Marco Anello e dai tre referenti per il progetto Bernando Moschella, Federico Passaro e Francesco Paolo Triscari. La giornata conclusiva del progetto si e’ svolta, oggi, al teatro Politeama di Palermo.

di Luca Leonardi

Articoli Consigliati

Top