Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Crisi Messina, contro il Lecce è una disfatta: allo Scoglio è 0-3

Crisi Messina, contro il Lecce è una disfatta: allo Scoglio è 0-3

MESSINA

Dopo la sconfitta contro il Melfi, il Messina di Lucarelli ha ospitato in casa il Lecce capolista. Sfida non facile che infatti è costata ai siciliani una netta sconfitta per 0-3. Un Messina spento e in piena crisi di risultati con la classifica che a questo punto fa sempre più paura. Ma veniamo alla partita del “Franco Scoglio”.

Al 10′ i pugliesi sbagliano a centrocampo, Milinkovic si invola verso l’area di rigore, ma viene fermato fallosamente da Cosenza che per l’occasione rimedia il cartellino giallo. Al 14′ botta da fuori di Tsonev, il tiro, però, rimpalla su un avversario e termina alto in corner. Al 17′ Lecce vicino al gol. Passaggio di Persano per Vutov che con un dribbling fa fuori due avversari e tira con la palla che termina di poco a lato. Pochi secondi dopo arriva la svolta. Vutov cerca il tiro dal limite, ma la palla è respinta all’interno dell’area da De Vito. Per l’arbitro è penalty. Sul dischetto si presenta Caturano che di sinistro spiazza Berardi per il gol dello 0-1. Al 21′ Milinkovic grazia il Lecce, il calciatore peloritano, infatti, si invola da solo in area senza che nessuno lo contrasti, supera Gomis, ma il suo tiro termina fuori. Al 25′ Lucarelli effettua il primo cambio. Fuori Grifoni e dentro Ferri. Al 33′ il colpo di testa di Doumbia termina fuori. Al 38′ Lecce nuovamente vicino al gol con la sassata da quasi 30 metri di Fiordilino che termina di pochissimo a lato. Al 41′, nuova occasione per i salentini: Berardi respinge il tiro di destro di Caturano. Al 45′ arriva il raddoppio. Tsonev ruba palla a centrocampo e si invola, a pochi metri dall’area di rigore passa il pallone al libero Persano che con un gran destro trafigge per la seconda volta l’estremo difensore siciliano.

La ripresa si apre con gli stessi ventidue della prima frazione e al 48′ il tiro a giro di Caturano termina fuori. Al 51′, Caturano, su passaggio di un ottimo Doumbia, prova a cercare l’angolino, ma non riesce a inquadrare la porta. Al 51′ il gran tiro sinistro di Marseglia viene respinto in corner da Gomis. Con il trascorrere dei minuti le squadre, forse per un po’ di stanchezza, si allungano, favorendo il contropiede. Al 62mo il pallonetto di Caturano termina di poco alta e a gioco fermo Padalino effettua il primo cambio. Fuori Vutov e dentro Lepore, passando dal 4-4-2 (4-2-4) iniziale al 4-3-3. Al 70mo secondo cambio nel Lecce. Fuori uno dei migliori, Tsonev e dentro Mancosu. Al 77′ Ferri crossa per Saitta che tira pericolosamente verso la porta difesa da Gomis, la sfera, però è deviata in calcio d’angolo da Cosenza. Al 78′ arriva il terzo gol per il Lecce. Contropiede pugliese, la palla giunge a Contessa che mette un cross per Caturano che di testa trafigge Berardi. All’83′ terzo e ultimo cambio per i salentini. Caturano lascia il terreno di gioco e al suo posto fa l’esordio stagionale il centrale Gianluca Freddi. Gli ultimi minuti non hanno molto da dire alla gara con le due compagini che non hanno occasioni di rilievo e che controllano il pallone in campo in attesa del fischio finale dell’arbitro che arriva dopo tre minuti di recupero.

Articoli Consigliati

Top