Ti trovi qui
Home > Apertura > Traffico droga: si costituisce Umberto Fiorillo

Traffico droga: si costituisce Umberto Fiorillo

Gli uomini del nucleo investigativo di Palermo gli stavano praticamente addosso. Braccato, Umberto Fiorillo ha deciso di costituirsi alla stazione dei carabinieri di Casoria, nel napoletano.

fiorillo

Fiorillo è l’ultimo dei destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare che stamattina aveva già portato a sei arresti, con l’accusa di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Sono Francesco Failla, Antonino Marino, e i napoletani Giuliano Marano, Francesco Greco e Francesco Battinelli. Tra loro anche Matteo Cracolici, lo stesso che ha favorito la latitanza di Matteo Messina Denaro. In quella lista mancava solo Fiorillo che nel pomeriggio si è presentato in caserma. L’indagine è una costola di quella denominata “Panta Rei”, che a dicembre dello scorso anno ha azzerato i clan di Porta Nuova e Bagheria. I carabinieri hanno individuato un canale di approvvigionamento di hashish sull’asse Napoli-Palermo, per riempire le piazze di spaccio della città. Una vera e propria filiera di un commercio di droga dove il personaggio chiave era Matteo Cracolici. Era lui a tenere i rapporti con i boss del mandamento di Porta Nuova e sempre lui viaggiava spesso per Marano, in provincia di Napoli, un viaggio utile per ordinare la droga. Lì, ad aspettarlo c’era un imprenditore che,  una volta incassati i soldi arrivati da Palermo, era pronto ad acquistare la droga. A quel punto un corriere si occupava di trasferire l’hashish. Appuntamento in un villino di Aspra, nel palermitano, dove i capi decidevano la distribuzione nelle piazze di spaccio del capoluogo siciliano.

Articoli Consigliati

Top