Ti trovi qui
Home > Apertura > Siracusa, firmopoli: sequestrati moduli raccolta firme

Siracusa, firmopoli: sequestrati moduli raccolta firme

SIRACUSA

La procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta dopo l’esposto del consigliere Patti su presunte irregolarità alle amministrative comunali del 2013. Da alcuni mesi a questa parte palazzo Vermexio è nell’occhio del ciclone.

Qualcosa non quadra proprio in quelle firme per le amministrative del 2013. A Siracusa lo scandalo potrebbe allargarsi. La polizia giudiziaria è entrata a gamba tesa all’interno dell’ufficio elettorale di palazzo Vermexio e ha sequestrato i moduli della raccolta delle firme per la presentazione della lista”Rinnoviamo Siracusa Adesso”, la stessa che ha sostenuto la candidatura dell’attuale sindaco Giancarlo Garozzo. La procura di Siracusa sta svolgendo le indagini e ha aperto un cascicolo contro ignoti. A sollevare il polverone è stato il consigliere nazionale dei verdi Giuseppe Patti che ha presentato un esposto.

Patti, dopo essere arrivato ai ferri corti con il primo cittadino, ha scelto di farsi avanti e parlare, sostenendo che ci siano presunte irregolarità proprio in quella raccolta firme. I reati ipotizzati dai magistrati sono falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici ma al momento sul registro degli indagati non è stato, ancora, iscritto nessuno. La situazione potrebbe evolversi di giorno in giorni ma allo stato una certezza c’è: dalle stanze del comune di Siracusa da qualche mese a questa parte trasuda veleno.

Articoli Consigliati

Top