Ti trovi qui
Home > Apertura > Omicidio Lentini, si segue la pista della droga

Omicidio Lentini, si segue la pista della droga

SIRACUSA

Lentini. Aldo Panarello, l’uomo ucciso stamattina in via Aldo Moro a Lentini, sarebbe stato freddato per questioni legate allo spaccio di sostanze stupefacenti. E’ questa la pista che stanno seguendo gli uomini del commissariato di polizia di Lentini. L’uomo aveva già avuto piccoli precedenti proprio nello spaccio. Aldo Panarello questa mattina, intorno alle 8, si trovava a bordo di una fiat punto nera quando è stato bloccato da una macchina. Poi il killer a volto scoperto si è avvicinato all’auto e ha colpito Panarello con 4 colpi di pistola: uno alla testa, due al collo e uno andato a vuoto. Un omicidio avvenuto sotto gli occhi di tutti. Il primo quello della moglie. Panarello, infatti, bracciante agricolo, aveva da poco accompagnato a scuola la figlia maggiore di 6 anni, insieme alla moglie e alla figlia minore, di appena 4 anni. Le due erano da poco scese dall’auto per andare in un panificio quando hanno sentito il rumore dei colpi di pistola.  La donna è subito uscita e ha trovato il marito accasciato nell’auto. L’uomo è morto sul colpo. Ciò che stupisce, soprattutto, è che un omicidio così violento sia avvenuto in una zona centralissima e molto frequentata per la presenza di scuole e uffici. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Margherita Brianese che ha già dato incarico al medico legale Orazio Cascio di effettuare l’autopsia. Gli investigatori stanno interrogando diverse persone che potrebbero aver assistito all’omicidio.

Articoli Consigliati

Top