Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Arti marziali, sette Daspo dopo la rissa ai campionati mondiali

Arti marziali, sette Daspo dopo la rissa ai campionati mondiali

Sette provvedimenti Daspo sono stati emessi in seguito ai disordini scoppiati sabato scorso al Palamangano di Palermo, mentre erano in corso i campionati mondiali Wuma 2016 di arti marziali.

Sono stati spiccati dal questore Guido Longo nei confronti di cinque inglesi e due palermitani, ritenuti responsali di condotte violente. Infatti, durante lo svolgimento di una gara, tra un giovane italiano ed un pari categoria inglese, sarebbe nato un diverbio che in breve e’ trasformato in rissa coinvolgendo altri atleti e alcuni loro parenti. All’origine della disputa futili motivi, riconducibili alle contestazioni sulla regolarita’ di alcuni colpi sferrati durante un incontro. I poliziotti, in servizio d’ordine pubblico, sono dovuti intervenire per sedare la rissa, individuandone gli autori. I provvedimenti Daspo, per la durata di 3 anni, sono stati spiccati nei confronti dei cittadini inglesi S.A.H., di 46 anni, B.T.H., di 16 anni, J.J.H., di 15 anni, T.H., di 30 anni, ed R.H., di 62 anni, e dei palermitani M.G., di 50 anni, e C.G., di 17 anni.

Articoli Consigliati

Top