Ti trovi qui
Home > Calcio > Promozione: il commento dell’undicesima giornata

Promozione: il commento dell’undicesima giornata

L’atteso big match del Girone A tra Raffadali e Canicattì non ha deluso le aspettative. Hanno vinto i padroni di casa grazie ad un gol del centrocampista Peppe Priolo che conquistano da soli il comando della classifica. Rosicchia tre punti al Canicattì la Libertas, grazie all’exploit (unico esterno della giornata) sul Ravanusa mentre, in una classifica molto corta, non si sono registrati risultati particolarmente inattesi. Hanno vinto il Ribera, il Kamarat, il Partinicaudace e il Serradifalco, mentre si sono conclusi in parità Castellammare-Nuova Sancis e Salemi-Campobello.

Clamorosa sconfitta casalinga della capolista del Girone B Cus Palermo contro il Caccamo, terza forza del campionato, mentre il Villabate, vincendo sul terreno del Real Finale, riduce a tre punti le distanze dalla vetta, ma con una partita in meno. Tutte vittoriose le prime sei squadre della classifica, che lasciano immutata la vetta del Girone C, guidata dal Camaro. Ad Aci S. Antonio si dovrebbe risolvere al più presto l’equivoco della difficile convivenza tra due squadre. Si è concluso con un bel pareggio (2-2) il big match del Girone D tra seconda e prima, ovvero Ragusa-Santa Croce. Ne ha approfittato l’Atletico Catania che, vincendo la stracittadina con il Dagata, ha ridotto ad un solo punto le distanze dal 2° posto e a quattro dal vertice. Brillanti vittorie esterne del Paternò sul Megara e del Trecastagni a Noto. Ma altrettanto di notevole importanza i successi delle Aquile Calatine sul Belvedere, del Vittoria sull’Eubea e dell’Adrano sul Mascalucia. Rinviata, a causa della indisponibilità del campo di Aci S. Antonio, Città di Catania-Marina di Ragusa. Forse il presidente Paolo Pinazzo deciderà di lasciare Aci S. Antonio.

Articoli Consigliati

Top