Ti trovi qui
Home > Altre News > Il Messina ha la “pariggite”: allo Scoglio è 1-1 con il Fondi

Il Messina ha la “pariggite”: allo Scoglio è 1-1 con il Fondi

MESSINA

Serviva una vittoria per migliorare una classifica che nelle ultime settimane ha visto il Messina perdere punti e posizioni e, invece, è arrivato un pari, l’ennesimo. Le “X” collezionate dagli uomini di Lucarelli sono infatti cinque consecutive. Guardando la partita verrebbe da dire che il punto di questo pomeriggio è comunque molto prezioso perché i giallorossi hanno rischiato e non poco.

Nella prima frazione di gioco nessuna delle due squadre prende in mano il gioco. A spiccare sono le individualità delle due formazioni. I più pericolosi sono infatti Tiscione per il Fondi e Pozzebon (in duetto con Foresta) per il Messina. Al minuto 22 occasione per i siciliani con Milinkovic che dopo un flipper in area di rigore sbaglia da buona posizione.  Al 31′ ci prova ancora Tiscione ma senza successo. L’ex attaccante giallorosso gode però di troppa libertà. Qualche calcio piazzato per il Messina che chiude in avanti.

Nella ripresa sembra partire bene il che dopo pochi secondi sfiora il vantaggio con Pozzebon che si divora di testa un gol fatto sull’assist di Milinkovic. Ma passano tre minuti e tutto si complica. Il Fondi attacca con Calderini che si inserisce in area e va a tu per tu con Berardi. Rea lo chiude commettendo fallo e per l’arbitro non ci sono dubbi: rigore e rosso. Messina in 10. La fortuna vuole che proprio Tiscione sbagli il rigore è il risultato resta così sullo 0-0. Scampato il pericolo Lucarelli assesta i suoi. Ma il Fondi vuole sfruttare la superiorità numerica e al 64′ Bombagi Prende il palo con uno splendido tiro a giro. È proprio nel momento in cui sembra essere il Fondi ad avere la supremazia che il Messina affonda: al minuto 72 Foresta serve Capua che non sbaglia e segna l’1-0 per i padroni di casa. Ma il sogno dura solo qualche minuto, sette per l’esattezza. Su un grossolano errore di De Vito, Tiscione ci prova Berardi respinge ma sui piedi di Albadoro che non ha problemi a metterla dentro. A dei minuti dalla fine si ristabilisce la parità numerica con De Martino che lascia il campo per una doppia ammonizione. Poco o nulla fino al fischio finale che sancisce il definitivo 1-1.

Articoli Consigliati

Top