Ti trovi qui
Home > Apertura > Ragusa: marijuana nascosta tra i pomodori, arrestato coltivatore

Ragusa: marijuana nascosta tra i pomodori, arrestato coltivatore

RAGUSA

Vittoria. Quattromila e cinquecento chili di cannabis indica in mezzo alle piantine di pomodoro. Una maxi piantagione di marijuana è stata scoperta all’alba di oggi dal commissariato di Vittoria in contrada Dirillo, in territorio di Acate, in provincia di Ragusa. Un impianto serricolo di oltre 5000 mq all’interno del quale era coltivata la  marijuana “Skunk”, una pianta creata attraverso incroci tra preesistenti varietà di cannabis e che si caratterizza per l’ottima resa in principio.

La coltivazione era condotta mediante le più aggiornate tecniche agronomiche; le erano piante disposte in filari regolari erano parzialmente occultate da  due filari di piante di pomodoro.

Sorpreso, a vigilare la “coltivazione” un vittoriese, Giovanni Rubbino, 57 anni, con precedenti penali per reati in materia di armi, contro il patrimonio e la persona.

L’uomo aveva stipulato un contratto di affitto registrato all’Agenzia delle Entrate di Vittoria dell’azienda agricola in questione, che è di proprietà di niscemesi, che sono risultati estranei alla vicenda.

All’interno delle serre sono state trovate più di 7200 piante coltivate da circa due mesi e prossime alla raccolta perché già sviluppate, con rigogliose infiorescenze e quindi con il massimo contenuto di principio attivo. Il peso medio di ciascuna pianta è stato misurato in 650 grammi.

Secondo le stime della Polizia, lo stupefacente, una volta essiccato ed immesso sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 1.000.000 di euro. Per il 57enne sono scattate ovviamente le manette ai polsi, con l’accusa di coltivazione di sostanza stupefacente aggravato dalla ingente quantità.

 

Articoli Consigliati

Top