Ti trovi qui
Home > Cronaca > La vertenza Augustea approda in consiglio comunale

La vertenza Augustea approda in consiglio comunale

SIRACUSA

I lavoratori dell’Augustea hanno ottenuto il sostegno dell’intero consiglio comunale megarese. E’ infatti stato approvato all’unanimità  il documento redatto dai sindacati a sostegno degli operatori del settore portuale.

Il gruppo Augustea è costituito da una società che fa capo al gruppo armatoriale  che opera nei principali settori marittimi del rimorchio portuale e di altura, con servizi affidabili ed efficienti, conosciuta in tutto il mondo appartenente alla famiglia degli armatori Cafiero-Zagari. La vicenda è stata discussa in aula perché lo scorso aprile 2016 il gruppo ha effettuato la  vendita azionaria dell’azienda, comprendente solo l’attività della rimorchiatori Augusta, la società ha anche siglato un contratto di prestazione di servizi per l’assistenza tecnica e amministrativa con le aziende del gruppo per un periodo di 18 mesi.

La richiesta del consiglio comunale da parte dei sindacati è partita per la difesa dei posti di lavoro che dovranno essere salvaguardati. Il fine è quello di riallineare le prospettive industriali dei due gruppi alla loro capacità di mantenere il personale derivante dal traffico navale atteso nella rada di Augusta, «non solo a salvaguardia degli esistenti livelli occupazionali portuali – dice Vera Uccello, sindacalista della Filt-Cgil- ma anche di prossimi incrementi.  Infatti a fronte di investimenti di tale portata non sarebbe spiegabile perché non si intendano garantire  i 28 posti di lavoro. Noi siamo e saremo per la tutela dei posti di lavoro, da oggi insieme al Consiglio comunale».

Articoli Consigliati

Top