Ti trovi qui
Home > Cronaca > A Taormina gli Stati Generali del Turismo: due giornate per arricchire l’offerta

A Taormina gli Stati Generali del Turismo: due giornate per arricchire l’offerta

MESSINA

Quanto incide il turismo nell’economia e sviluppo del territorio. Quanto la Sicilia investe e crede nel settore. Il turismo declinato in numerose forme che coinvolgono il mondo dell’agricoltura, la cultura, l’enogatsronomia. Si parlerà di tutto questo il prossimo 25 e 26 novembre a Taormina in occasione degli Stati generali. Evento storico che richiamerà nella perla dello Jonio i principali attori in ambito regionale e nazionale.

Ci sarà il ministro Franceschini a confronto con l’assessore regionale Barbagallo, il presidente della Regione e gli amministratori a capo delle principali infrastrutture dell’isola. La due giorni si articolerà in cinque tavoli di lavoro con diversi momenti di approfondimento: Il primo sarà Cinema – Un nuova immagine della Sicilia. Ancora Teatri – Programmazione e promozione, sviluppo della filiera produttiva. La scommessa di Anfiteatro Sicilia, Turismo e Impresa – Competitività, professionalità e tradizione, la sfida dell’offerta turistica siciliana alla sharing economy,  Enogastronomia – Percorsi del gusto e infine Cultura – Innovazione e creatività un patrimonio da valorizzare.

Al centro del dibattito l’indiscutibile crescita dei numeri, presenze di italiani e stranieri, e la immutata difficoltà di trasformare le attrazioni naturali in risorse. Nell’ultimo anno, l’Italia ha registrato 500 milioni di turisti. In Sicilia il 3,5% di questo mercato, complice la situazione di incertezza mondiale. Tuttavia restano molte le criticità. Sarà compito degli addetti ai lavori  portare al tavolo una fotografia reale dell’isola per arrivare ad una pianificazione e alla condivisione di una strategia unitaria. Sperando che questa sia la volta buona.

SERVIZIO NEL TG

Articoli Consigliati

Top