Ti trovi qui
Home > Apertura > Nicole Orlando, l’atleta paralimpica: «La diversità non esiste»

Nicole Orlando, l’atleta paralimpica: «La diversità non esiste»

MESSINA

«Non so dire cos’è la diversità. Io non la vedo, non la percepisco nella mia vita. Magari per gli altri c’è. Per me non esiste».

Questa una delle disarmanti risposte di Nicole Orlando, la campionessa entrata nella storia con i suoi quattro ori, battendo il record nella gara di triathlon, e una medaglia d’argento nei 200 metri ottenuti ai Mondiali in Sudafrica.

Ieri pomeriggio l’atleta bresciana ha partecipato come testimonial alla sala conferenze dell’Ordine dei Medici di Messina, per la presentazione del libro di Maria Stella Barone “La gioia di esserti madre. Confessioni d’amore di una mamma al suo bimbo nato down”.

Nicole si è raccontata nel suo modo di essere “speciale”, emozionando per la sua forza di volontà. «Non bisogna avere paura – afferma Nicole -. Lo dico sia ai ragazzi con la sindrome di down che ai genitori: non fermarsi mai e andare avanti con coraggio».

Parlando del suo futuro, Nicole si è detta pronta a raccogliere nuove sfide: «Vorrei fare sci», ha dichiarato. «In ogni caso, devo seguire la mia strada, devo seguire il mio cuore».

Ma per la sportiva ci sono anche altri sogni da realizzare. Per lei, che ha già assaggiato il mondo dello spettacolo, partecipando a un programma Rai di danza, vi è un’altra aspirazione: «Mi piacerebbe fare l’attrice: ci penso da tempo. E una cosa che mi piace molto».

Ma Nicole, come si vede in futuro? «Ah beh, non so cosa mi riserva il futuro – ha confidato – ma di certo sarò una donna elegante».

 

 

Articoli Consigliati

Top