Ti trovi qui
Home > Cronaca > Parla l’amica di Pamela, la ragusana uccisa in Brasile

Parla l’amica di Pamela, la ragusana uccisa in Brasile

«L’assassino le ha spaccato il cranio, lasciandola agonizzante ed ancora viva su un materasso di spugna». Lo scrive un’amica di Pamela Canzonieri, la ragusana trovata morta in casa a Morro de Sao Paulo,in Brasile, in una email inviata al giornalista Remo Croci, che ha deciso di pubblicarla sulla sua bacheca di Facebook.

Il racconto dell’amica e ricco di particolare finora inediti. Secondo la sua versione, il crimine è avvenuto in una via poco più larga di due metri e lunga 20 metri, dove le case sono ammassate l’una sopra l’altra e i rumori echeggiano da parte all’altra. Le grida di soccorso della vittima, sono state udite da tutti i vicini, ma nessuno di loro ha fatto nulla.  La donna nel suo resoconto ha sottolineato che tutti i vicini si sono chiaramente accorti dell’assassino quando è uscito da casa di Pamela richiudendo la porta. L’amica italiana respinge il tentativo di ridurre la morte di Pamela ad una questione di droga, il suo intento è soprattutto di non lasciare infangare l’immagine e la storia personale della vittima descrivendola come una gran lavoratrice con un carattere di ferro.

Articoli Consigliati

Top