Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Il Siracusa cade in trasferta: contro la Casertana è 2-0

Il Siracusa cade in trasferta: contro la Casertana è 2-0

Dopo due risultati utili il Siracusa di Sottil cade. Lo fa in casa della Casertana con la squadra di Tedesco che archivia la pratica con i siciliani senza troppe difficoltà con un gol di Rajcic nel primo tempo e il raddoppio di Corado nel secondo.

Subito dopo il fischio d’inizio è il Siracusa che prova a spingere con i rossoblu  che ripartono. Pericolo in area con Ginestra indeciso su Catania, il Siracusa prova ad approfittarne ma il numero uno rossoblu recupera al 3’. Al 6’ Pezzella serve Matute che di prima lancia in area Orlando, la mette di testa ma è fuori. Al 9’ è ancora Orlando che va in porta, trova anche la rete ma l’assistente alza la bandierina: è fuorigioco. All’11’ Rajcic attaccato perde palla, il Siracusa attacca e D’Alterio è costretto a strattonare l’avversario, nessun giallo perlui ma calcio di punizione da posizione pericolosa per la squadra di Sottil calciato da Longoni direttamente in porta, respinto dalla barriera. Primo angolo del match è per il Siracusa.  Al 36’ la Casertana prova a spingere con Carlini che calcia in porta, Santurro respinge ma resta a terra, arriva poi il gol dei rossoblu ma il gioco era fermo ed è annullato. Si riparte dalla rimessa del portiere del Siracusa. La Casertana trova il tiro verso la porta di Santurro ma Corado la mette fuori. Cambio per Sottil: esce Longoni per Valente al 42’. Al 44’ ci pensa Rajcic a portare in vantaggio la Casertana con una girata di testa direttamente in rete.

Nella seconda frazione di gioco subito raddoppio dei campani Con Corado che fa 2-0 per la Casertana. Il Siracusa cambia entra Scardina per Talamo.  Esce tra gli applausi Carlini al 16’, entra Giannone che torna in campo dopo un periodo di stop. Sottil rilancia: entra Dezai per Palermo. Al 23’ esce De Marco per Giorno. Al 30’ ultimo cambio per Tedesco, entra Lorenzini per Orlando, difende il risultato la Casertana. Pericolo per i rossoblu con Baiocco che prova la botta dalla distanza, si distende Ginestra ma è traversa. È ancora Siracusa che va ad attaccare la porta di Ginestra ma ancora una volta il numero uno ci va senza esitazione. Finisce così con un Siracusa poco convinto che esce a mani vuote dal “Pinto”.

Articoli Consigliati

Top