Ti trovi qui
Home > Apertura > Incidente Acireale, riflettori accesi sulla sicurezza stradale

Incidente Acireale, riflettori accesi sulla sicurezza stradale

CATANIA

Acireale. Incidente mortale ieri sera a Santa Maria delle Grazie, frazione di Acireale. Morto un giovane di 23 anni, Venerando Trovato. Il ragazzo, a bordo di un motorino, ha perso il controllo volando per 15 metri e sbattendo la testa contro due machine. E’ morto sul colpo.

Per un genitore, la perdita di un figlio, è qualcosa di drammatico. Non è il naturale percorso della vita. Ma diventa ancora più terribile quando la sua morte avviene sotto i propri occhi. E così, ieri sera, intorno alle 22, a Santa Maria Delle Grazie, frazione di Acireale, è morto Venerando Trovato, un giovane di 23 anni. Un ragazzo solare, pieno di vita, dicono i vicini.

Nando “Para Para”, così era chiamato da tutti, lavorava assieme al padre nell’officina di famiglia. Aveva sempre lavorato lì, accanto al papà che ieri, purtroppo, l’ha visto andare via nell’attimo di un secondo. Un saluto e pochi minuti dopo, l’impatto. Il rumore dell’antifurto di una macchina. Uno schianto in una serata come tante, come quelle che Nando era solito passare a casa, con la sua famiglia. Non sono ancora chiare le dinamiche dell’incidente. Sembrerebbe che Nando, a bordo di una moto, stesse collaudando il mezzo in via Nazionale, proprio vicino casa, in direzione Acireale. Quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo sbattendo la testa contro due auto. I vicini, che preferiscono non parlare ai nostri microfoni, raccontano di un vero e proprio volo dalla moto. Nando, infatti, dopo lo scontro, ha fatto un volo di 15 metri.

La vicenda accende, ancora una volta, i riflettori sulla sicurezza stradale. La via Nazionale è un’arteria dissestata, priva di illuminazione, da qui la presenza di cartelli con i limiti di velocità di 20/30 Km/h anche per la presenza di una scuola elementare nei paraggi. Sembrerebbe, infatti, che il ragazzo stesse percorrendo la strada a una velocità elevata.

Sul luogo sono intervenuti i militari dell’arma e gli operatori del 118. Inutili i soccorsi, il ragazzo è morto sul colpo. Proseguono, intanto, gli accertamenti per risalire alla dinamica dell’incidente. Intanto il motorino è stato sequestrato per gli accertamenti del caso.

Su facebook i tanti commenti degli amici e di chi lo conosceva: “Nando, riposa in pace”. Questa mattina sul portone dell’officina un lenzuolo bianco e una scritta: Para Para vive!

SERVIZIO NEL TG DELLE 14.00

Articoli Consigliati

Top