Ti trovi qui
Home > Calcio > Promozione: il commento del decimo turno

Promozione: il commento del decimo turno

Quattro le vittorie esterne nel Girone A della Promozione; le hanno conquistate le due battistrada Raffadali e Canicattì rispettivamente contro il Ribera e il Partinicaudace che portano il loro vantaggio a cinque lunghezze dalla coppia Libertas Racalmuto e Ares Menfi, che si sono bloccati a vicenda nel confronto diretto. Le altre due vittorie fuori casa le hanno centrate la Nuova Sancis a Ravanusa e il Campobello a Serradifalco. Il Castellammare, battendo il Cinque Torri, scavalca in classifica il Ribera mentre il Kamarat e il Salemi hanno rifilato un poker di reti ciascuno alla Gattopardo e al fanalino Casteltermini. Nel Girone B la capolista Cus Palermo e il suo più immediato inseguitore, il Villabate, essendosi imposti rispettivamente al Lascari e sul terreno del Geraci, allungano il passo sulla Santangiolese che, sconfitta dal Bolognetta, vede ridotto il suo vantaggio sul Caccamo che ha violato il campo del Real Finale.

Nel Girone C il Camaro regola con un punteggio tennistico il San Biagio e mantiene il comando della classifica con due lunghezze di vantaggio sul Città di Messina che non ha avuto alcun problema contro il Merì. Il Messana, che ha interrotto la serie positiva del Calatabiano battendolo a domicilio, raggiunge al terzo posto Jonica e Real Aci, che hanno pareggiato nel confronto diretto. Continua l’agonia dell’Aci S. Antonio che ha perso contro il Messina Sud la sua decima partita consecutiva. Nel Girone D “manita” della capolista Ragusa al malcapitato Città di Catania.

Articoli Consigliati

Top