Ti trovi qui
Home > Apertura > Rilasciati i pescherecci sequestrati in Egitto

Rilasciati i pescherecci sequestrati in Egitto

TRAPANI

Mazzara del Vallo. Sono stati rilasciati i due pescherecci di Mazzara del Vallo sequestrati dall’Egitto. «La Farnesina ha attivato tutti gli uffici competenti, l’unità di crisi, la direzione degli italiani all’estero e ha anche allertato il comando della Guardia Costiera. I pescatori stanno bene». Sono le parole dell’assessore alle Risorse Agricole e Pesca mediterranea della Regione siciliana Antonello Cracolici dopo aver appreso che i due pescherecci sono stati fermati in acque internazionali e sono stati costretti ad attraccare al porto di Alessandria d’Egitto. Pochi istanti fa la notizia del rilascio.

«Ancora una volta la marineria siciliana ha pagato lo scotto di incomprensioni sul piano del diritto internazionale del mare – spiega Cracoli – I rapporti diplomatici fra l’Italia e l’Egitto sono buoni, quelli politici fra la Sicilia e le autorità della Pesca dell’Egitto sono ottimi».

Il sequestro è avvenuto ieri sera, intorno alle 22, a 28 miglia dalle coste egiziane. Gli equipaggi stavano pescando con le reti ad una profondità di 600 metri ma ad un tratto sono stati bloccati dalla manina militare egiziana che li ha costretti ad attraccare ad Alessandria D’Egitto.

L’ambasciata italiana al Cairo ha seguito la vicenda tutta la notte in contatto con la Farnesina e oggi pomeriggio i due pescherecci sono stati liberati. Il Ghibli I era già stato sequestrato dagli egiziani quattro anni fa mentre era con altri tre pescherecci e tutti hanno subito un sequestro lampo.

Il Giulia PG è stato sequestrato nel 2013 dai miliziani di Bengasi che lo avevano bloccato a circa 40 miglia al largo delle coste cirenaiche. Per il rilascio l’armatore ha dovuto affrontare due processi e pagare un riscatto.

 

Articoli Consigliati

Top