Ti trovi qui
Home > Apertura > Il business della dialisi, “Diaverum Italia” e “Le Ciminiere” commissariate

Il business della dialisi, “Diaverum Italia” e “Le Ciminiere” commissariate

CATANIA

Commissariati per un anno i centri di dialisi Diaverum e Le Ciminiere. Continuano le indagini sul sistema dialitico trasversale costruito da imprenditori e dirigenti medici per lucrare sulla salute dei pazienti.

Un commissario giudiziale per il centro “Le Ciminiere Srl” e un altro che affiancherà l’amministratore delegato per la “Diaverum Italia”.

Le due società sono state, dunque, commissariate. Continuano le indagini della Guardia di finanza. Le stesse che hanno smascherato un sistema trasversale dialitico che vedeva alcuni medici degli ospedali Vittorio Emanuele e Cannizzaro di Catania dirottare i pazienti in dialisi nei centri privati.

Una pressione psicologica costante per mettere in piedi un business che ha fruttato migliaia di euro ma ha fatto finire in manette due dirigenti medici, tre imprenditori e un infermiere.

L’ordinanza di commissariamento scaturisce da ulteriori attività istruttorie eseguite dal Gip del Tribunale etneo. Attraverso gli interrogatori di garanzia degli amministratori è stato confermato il grave quadro indiziario e si è scelto di commissariare le società per un anno.

Non si è fatta attendere la replica della Diaverum Italia che ha commentato così: «La società ribadisce di avere sempre operato nel rispetto della legalità. La società prende atto con soddisfazione del riconoscimento da parte dello stesso gip del percorso di rinnovamento intrapreso. Nell’assicurare la massima collaborazione al commissario che ci affiancherà, auspichiamo che il provvedimento, riguardante i 7 centri dialisi di Diaverum operanti a Catania, rappresenti un passaggio tecnico temporaneo in attesa dell’accertamento in corso».

Articoli Consigliati

Top