Ti trovi qui
Home > Apertura > Calma, l’auto nera non esiste. Allarme infondato

Calma, l’auto nera non esiste. Allarme infondato

CATANIA

Giarre. Circola sui social, in particolare su whatsapp, una nota vocale che sta generando panico tra i genitori. Nel messaggio un’operatrice sociale di Giarre sostiene che una macchina nera, sospetta perché di grossa cilindrata e con i vetri oscurati, si aggiri tra i comuni di Mascali e Giarre posizionandosi davanti le scuole e spaventando i bambini.

La nota sta rimbalzando vorticosamente tra le “chat delle mamme” di tutta la provincia catanese creando un allarmismo non indifferente.

Nella nota si ascolta la storia dell’operatrice, che racconta dove sarebbe avvenuto il primo avvistamento dell’auto. Presso una scuola di Mascali, infatti,  i due individui, un uomo e una donna, dentro il veicolo nero avrebbero fermato un bambino dichiarandosi amici dei genitori e invitandolo a salire in macchina con la scusa di occuparsi del piccolo, dato che i presunti genitori sarebbero rimasti coinvolti in un incidente. Il bambino, sempre secondo il racconto dell’operatrice, avrebbe prontamente risposto che la storia era impossibile, allontanandosi. Una volta entrato a scuola, l’alunno avrebbe raccontato tutto all’insegnante.

Per capire meglio questa situazione e valutare se davvero c’è una veridicità nel fatto, abbiamo contattato i Carabinieri di Giarre e abbiamo chiesto spiegazioni sulla nota audio. «La nota si sta diffondendo a macchia d’olio ma è del tutto infondata. Non esiste nessuna “auto nera” e non c’è alcun pericolo per i bambini. Abbiamo effettuato diversi sopralluoghi davanti alle scuole e non abbiamo rivelato nulla di anomalo. Comprendo la paura dei genitori, ho dei figli anch’io, ma non bisogna allarmarsi, purtroppo sui social circolano molte bufale e questa ne è la prova».

La signora nella sua nota vocale, sosterrebbe di aver visto la macchina sfrecciare in una strada di Giarre e anzi ha sottolineato che l’auto la stava quasi travolgendo. Il comandante ha commentato «Non possiamo basare i fatti solo su racconti senza avere nessuna prova. Abbiamo ricevuto tantissime telefonate di persone che dichiarano di aver visto l’auto nera fermare gente per strada per derubarla, ma di fatto non è arrivata alcuna denuncia».

Nonostante questo continua imperterrito il tamtam di messaggi e segnalazioni tra le mamme. I genitori, spaventati, si inviano note vocali in cui affermano l’esistenza del veicolo incriminato, in un ultimo audio rinvenuto una signora dichiara che il marito avrebbe addirittura sentito alla radio un messaggio di allerta sull’auto nera che ruba i bambini.

Occorre quindi ridimensionare il tutto e ripristinare la calma, non alimentate leggende; possiamo pertanto affermare che l’auto nera è solo l’ennesima bufala dei social.

Articoli Consigliati

Top