Ti trovi qui
Home > Calcio > Serie D, la Sicilia comanda. Leonzio, Igea e Gela sognano… con i piedi per terra

Serie D, la Sicilia comanda. Leonzio, Igea e Gela sognano… con i piedi per terra

Dieci giornate. Troppo poche per dare sicurezze. Abbastanza per sottolineare una tendenza. In serie d, comandano le siciliane. Intendiamoci, non c’è niente di consolidato. La vetta, nelle ultime giornate, cambia settimanalmente, ma ciò non priva le tifoserie di sognare.

Igea Virtus e Leonzio in vetta. Il Gela lanciatissimo. E partiamo proprio dalla squadra di Infantino, perché senza il successo dei gelesi contro l’ex capolista Rende, Barcellona e Lentini oggi non guarderebbero tutti dall’alto in basso. Montalbano e Scerra invece esaltano lo stadio Vincenzo Presti. Un plauso ad una società che ad inizio estate aveva documentato le proprie difficoltà e che adesso si gode il suo bel campionato. Merito anche di un allenatore serio che (come gli altri tecnici che guidano le siciliane di vertice) può fare bene anche in categorie più importanti.

Se Gela ride, Leonzio e Igea Virtus esultano, ma sempre coi piedi per terra. I barcellonesi che hanno piegato la Sancataldese nel derby (2-1 in trasferta) e i bianconeri di Seby Catania che hanno ritrovato il successo col Sersale. Una vittoria conquistata con fatica con l’ultima in classifica. Ma le partite con chi sta messo male in graduatoria non sono mai facili. Insomma, la Sicilia ha il suo ruolo e proverà a difenderlo anche se, a sentire i diretti protagonisti, le favorite restano altre (le campane e il Rende su tutte). Però, Gela, Lentini e Barcellona sono grossi centri con trascorsi importanti. Il sogno è lì, resta sogno, ma è bello viverlo tutte le domeniche.

Articoli Consigliati

Top