Ti trovi qui
Home > Cronaca > Donna muore durante traversata per fare da scudo ai figli

Donna muore durante traversata per fare da scudo ai figli

Proseguono gli sbarchi di migranti sulle coste siciliane. Stamattina al porto di Palermo la nave Dattilo della Marina Militare è approdata con 1.045 migranti. A bordo anche 10 salme. A coordinare la macchina dell’accoglienza la Prefettura, con personale del Comune, medici dell’Asp, personale della Caritas e della Croce Rossa. Ieri un altro sbarco, questa volta a Pozzallo, nel ragusano. 299 migranti sono arrivati con la nave Vos Hestia, di Save the Children. A bordo anche la salma di una donna morta durante la traversata. Si tratta di una 30enne del Mali. A vegliare quel corpo i due figli della donna: una bambina di 9 anni e un maschietto di 6. Hanno attraversato il mare con la madre e quando è morta sono rimasti accanto al suo corpo, per tutto il tempo. La donna è stata letteralmente “schiacciata”, per fare da “scudo” ai suoi figli. Li ha protetti, li ha salvati dalla calca di migranti rimasti bloccati in una parte del gommone che si è spezzato, in mare aperto. «Quando si è accasciata – hanno raccontato alcuni migranti – pensavamo fosse svenuta. Lo scafista – riporta l’Ansa – voleva farci gettare il corpo in mare, ma ci siamo rifiutati. Ai bambini abbiamo detto che la mamma stava dormendo, ma poi hanno capito». Uno dei familiari della donna sarebbe già in Italia. E intanto la polizia di Stato di Ragusa ha fermato un cittadino del Gambia per la morte come conseguenza del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina della trentenne.

 

Articoli Consigliati

Top