Ti trovi qui
Home > Cronaca > Isole pedonali nel centro storico. I commercianti «combattiamo contro il parcheggio selvaggio»

Isole pedonali nel centro storico. I commercianti «combattiamo contro il parcheggio selvaggio»

CATANIA

Strade chiuse al traffico tra via Sant’Euplio e via Etna? Perché no. Se questa è l’unica soluzione per combattere il parcheggio selvaggio. Auto posteggiate ovunque (ma proprio ovunque) che in questa parte di Catania, da via Spedalieri fino al viale Regina Margherita, rappresentano il problema principe del territorio.

Macchine che spesso bloccano l’accesso alla strada con buona pace dei pedoni costretti a fare lunghi giri. Da qui il sopralluogo a cui hanno preso parte la commissione alla Viabilità , l’assessore D’Agata, gli imprenditori della zona e gli agenti della polizia municipale.

«I commercianti ci chiedono maggiori controlli, gli abitanti vorrebbero la lotta contro il posteggio selvaggio mentre i pendolari sperano nella fine della piaga legata alle lunghe code». A parlare è Carmelo Sofia, presidente della commissione alla Mobilità. «In un solo concetto: tra via Sant’Euplio e via Etnea serve un nuovo piano del traffico che assicuri un flusso veicolare scorrevole.

Perché nel centro storico di Catania il blocco alla circolazione di macchine, mezzi pesanti e scooter diventa una questione che si ripercuote poi nel resto della città». Si parte da via Rizzari che molti la vorrebbero trasformata in una nuova via Monte Sant’Agata. «Oggi questa zona è solo un’altra incompiuta che rischia di essere bloccata, nelle ore di punta, dagli automobilisti che non riescono a trovare un posteggio libero in via Sant’Euplio- spiega Giuseppe Catalano, componente della commissione ai Lavori Pubblici- il ponteggio metallico, montato intorno ad un palazzo, serve a completare il quadro della situazione fornitoci dai commercianti del quartiere.

Una struttura dimenticata da molti, tranne che dai disperati della zona che la utilizzano come latrina. Tutt’intorno, una discarica con tanto di lamiere spostate per abbandonare i rifiuti in pochi secondi». Spazzatura a pochi passi da piazza Stesicoro e della movida catanese.

La richiesta dei comitati cittadini alle forze dell’ordine, quindi, è quella di eliminare ponteggi e putrelle di ferro anche per questioni di pubblica sicurezza. Il timore è che, durante le giornate caratterizzate da forti raffiche di vento, l’intelaiatura che circonda il palazzo possa crollare e finire addosso ai passanti.

 

 

 

Articoli Consigliati

Top