Ti trovi qui
Home > Attualità > Il “caravaggismo” nelle opere esposte a Perugia

Il “caravaggismo” nelle opere esposte a Perugia

PERUGIA

La mostra “I Tesori della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e il caravaggismo nelle collezioni di Perugia” è stata apprezzata da oltre 12 mila visitatori, nella maggioranza attratti da fuori regione. Infatti sarà ancora visitabile sino al 22 gennaio.
Un dato molto positivo, che ha spinto la Fondazione perugina a decidere la proroga dell’esposizione sino al 22 gennaio 2017, in quel contesto d’eccezione che è Palazzo Lippi Alessandri, immobile acquistato e recentemente restaurato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia situato nel pieno centro storico di Perugia.
«Se molti perugini ed umbri avevano già in passato avuto modo di visionare alcune opere della nostra Collezione – afferma il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giampiero Bianconi – questa mostra ha consentito a molti appassionati d’arte, venuti da tutta Italia, di scoprire una pinacoteca da tutti valutata di grande rilievo».

Un giudizio, questo, che oltre agli abituali visitatori ha trovato concordi esperti come Vittorio Sgarbi che ha tenuto a battesimo la mostra ed è autore di uno dei testi introduttivi del catalogo edito da Aguaplano.

«A seguito del passaparola positivo che sta stimolando molte richieste di proroga – prosegue il presidente Bianconi – abbiamo deciso di mantenere aperta la mostra ancora per altri cento giorni, appunto sino al 22 gennaio».

Articoli Consigliati

Top