Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Foggia, Rigoli e il Catania 2.0: «Scopriremo chi siamo realmente»

Foggia, Rigoli e il Catania 2.0: «Scopriremo chi siamo realmente»

CATANIA

E’ la partita del rispetto. Su questo non ci sono dubbi. Stroppa teme il Catania, Rigoli il Foggia. Politically correct. Si incontrano due grandi del campionato «I rossoneri sono i più forti del torneo» esamina Rigoli. «Dei rossazzurri non mi fido» spiega l’ex milanista. 

Il rispetto prima di tutto, ma domani sarà battaglia. Perché il Foggia punta al primo posto. Perché il Catania vuole i play off. E allora torniamo a Rigoli:«Anche loro ci devono temere perché veniamo da risultati importanti (la coppa è ormai passata in secondo piano, ndr). Foggia ci dirà realmente chi siamo».

E qui sta il punto. Qual è il vero Catania. Quello che gioca meglio con le grandi (e sarebbe un vantaggio)? Quello che fuori casa non funziona (e sarebbe uno svantaggio)? Quello concreto visto con Lecce e Paganese? O si può immaginare una nuova versione, quella 2.0, fatta di risultati e prove convincenti, Una versione che potrebbe cambiare il torneo del Catania.

Non è una questione di uomini, ma di atteggiamento. A proposito, si rivedrà il Catania che ha battuto la Paganese. Gli uomini saranno quelli, con ogni probabilità, però fra i convocati torna Bastrini, Fornito chiede spazio e Anastasi rappresenta un’alternativa importante davanti. Sono 22 i convocati di Rigoli.

Questi gli atleti a disposizione di mister Rigoli:

PORTIERI – 1 Martínez, 12 Pisseri. DIFENSORI – 16 Bastrini, 3 Bergamelli, 13 De Santis, 20 Djordjevic, 6 Gil, 2 Nava, 28 Parisi. CENTROCAMPISTI –  7 Biagianti, 4 Bucolo, 24 Di Cecco, 23 Di Grazia, 21 Fornito, 32 Mazzarani, 30 Piermarteri, 5 Scoppa. ATTACCANTI – 19 Anastasi, 11 Barisic, 7 Calil, 9 Paolucci, 10 Russotto.

 

Articoli Consigliati

Top