Ti trovi qui
Home > Cronaca > Annega nel Mediterraneo, nel suo ultimo viaggio

Annega nel Mediterraneo, nel suo ultimo viaggio

Non sarebbe mai riuscita a toccare terra e potrebbe essere finita in mare, mentre tentata di raggiungere l’Europa. Imbarcata su un barcone, partito dalla Libia, di Fatim Jawara 19 anni, non si sa più nulla. Solo che amava il calcio e che nella sua terra, il Gambia, ricopriva il ruolo di portiera della nazionale femminile di calcio. Dal campo a un gommone sulle coste libiche e adesso, di lei, più nulla. È probabile che Fatim sia morta. È possibile che il suo corpo si finito tra le acque del Mediterraneo, nel suo viaggio per la speranza. Il suo ultimo viaggio.
“Il portavoce della Federazione Bakary B. Baldeh ha detto che, secondo le informazioni in suo possesso – riporta l’Ansa – la calciatrice è annegata in acque libiche il mese scorso. Non ci sono finora altri dettagli salvo il fatto che potrebbe essere stata sepolta là (in Libia)”.
Era nella squadra under 17 che partecipò alla Coppa del Mondo, in Azerbaijan nel 2012.  Adesso è tra coloro di cui non si sa più nulla. Resta solo il loro passato.

Migranti:calciatrice nazionale Gambia annega in Mediterraneo Fatim Jawara
foto Ansa

 

Articoli Consigliati

Top