Ti trovi qui
Home > Cronaca > Scontro Comune-ambulanti, niente fiera dei morti a Siracusa

Scontro Comune-ambulanti, niente fiera dei morti a Siracusa

SIRACUSA

Da una parte il Comune, dall’altra gli ambulanti. Nel tira e molla salta la trentennale fiera dei morti a Siracusa. Una vera e propria rivolta dei commercianti che non hanno condiviso la scelta di Palazzo Vermexio di spostare la sede da Ortigia al quartiere Tiche.

«Un’organizzazione ridicola – dicono i venditori – Cosi’ facendo rischiavamo di perdere i soldi della merce, del suolo pubblico e del personale». Gli ambulanti lamentano la cattiva organizzazione: «Niente illuminazione pubblica, niente luminarie, niente bagni chimici o servizi. Un luogo per niente idoneo all’evento. E, soprattutto, poca pubblicita’ e scarsissimo preavviso». Insomma il risultato sarebbe stato scontato. A loro dire parole una morte annunciata.

Per l’amministrazione la scelta sarebbe stata dettata da esigenze concrete: «Rispettare la naturale vocazione turistica di Ortigia, salvaguardando la fruizione del patrimonio storico e monumentale». Ortigia proprio in questi giorni avrebbe dovuto subire modifiche sulla Ztl e sulla mobilità, quindi sui parcheggi. «Occupare spazi avrebbe significato aumentare i disagi per i residenti del centro storico o per i turisti».

Risultato, nulla di fatto. Niente fiera dei Morti e tutti scontenti. L’amministrazione che vede saltare un progetto importante. I commercianti che attendevano da tempo questa iniziativa, importante per risollevarsi da un anno difficile.

Articoli Consigliati

Top