Ti trovi qui
Home > Calcio > Sporting Taormina, il Ko non fa male. Marco Coppa: «Ce la giocheremo con chiunque»

Sporting Taormina, il Ko non fa male. Marco Coppa: «Ce la giocheremo con chiunque»

CATANIA

Alla guida della compagine biancoazzurra da una settimana, Marco Coppa racconta a Ultima Tv i motivi che lo hanno portato ad un romantico ritorno nella piazza che ama e gli obiettivi dello Sporting Taormina in questo campionato. 

Il Marco Coppa bis sulla panchina dello Sporting Taormina non è iniziato come ci si aspettava, con uno 0-4 rimediato a Rosolini. Le basi per creare un nuovo ciclo però ci sono tutte ed il tecnico etneo è determinato a lasciare il segno.

Tornare, una scelta coraggiosa o di cuore?

 «Taormina è una piazza che mi ha dato e mi dà tanto, ma quella di tornare è stata una scelta tecnica. Nel mondo del calcio ragionare col cuore spesso può essere un errore. Torno qui perché consapevole che questa squadra può fare grandissime cose»

A Rosolini è arrivata una sconfitta, come hai visto la squadra?

«Sarò contraddittorio ma dico che se la squadra gioca come ha fatto ieri, in futuro potrà giocarsela con chiunque. Fatta eccezione per il risultato, che non trovo giusto, in campo ho visto solo una squadra: la mia. E’ stata una partita rocambolesca, non guardo il passivo ma l’impegno dei miei, che è stato ineccepibile»

Cos’è cambiato rispetto allo scorso anno?

«Principalmente di diverso c’è che la rosa è molto più giovane e specialmente davanti ci manca qualche tassello d’esperienza. Interverremo a dicembre per puntellare l’organico. Al mio arrivo ho trovato dei meccanismi diversi, ma devo dire che in una settimana il gruppo ha ritrovato quanto memorizzato nella passata stagione. L’atmosfera nello spogliatoio è quello di sempre, c’è unità uno spirito di grande serenità».

L’anno scorso avete sfiorato i play-off, quest’anno qual è l’obiettivo?

«Quest’anno si può si può ambire a qualcosa di importante. Occorre ripartire subito già dalla trasferta di Torregrotta. Cosa chiederò ai miei? Ai miei ragazzi chiederò di ripetere quanto fatto nell’ultima partita, perché sono sicuro che sia questa la strada giusta»

Articoli Consigliati

Top