Ti trovi qui
Home > Cronaca > “Fumata bianca” dall’Etna. Affascinante attività di degassamento

“Fumata bianca” dall’Etna. Affascinante attività di degassamento

CATANIA

Fumata bianca dalla’area sommitale dell’Etna. Stamattina, alzando gli occhi verso il vulcano, i più attenti si saranno accorti della sottile ma evidente scia di fumo bianco. Niente di preoccupante, né di insolito: quello che si leva dalla voragine e che si scorge dai paesi etnei è il sintomo di una consueta (ma certo affascinante per i meno abituati) attività di degassamento che va avanti ormai da mesi. Dal “comignolo” della bocca centrale la scia di fumo bianco si scorge nitidamente, un “fumo” «costituito prevalentemente da vapore acqueo – spiega Eugenio Privitera, direttore dell’Osservatorio etneo dell’Ingv -. La visibilità di questo fenomeno dipende da diversi fattori: dall’umidità dell’aria, alla temperatura, ai venti fino anche alle oscillazioni del flusso di gas, per esempio». Senza dimenticare che il nostro vulcano è tra i principali “produttori” di emissioni di anidride solforosa.

Articoli Consigliati

Top