Ti trovi qui
Home > Italia > Notte di terrore tra Marche e Umbria: circa 100 le scosse

Notte di terrore tra Marche e Umbria: circa 100 le scosse

MARCHE

Circa 100 le scosse di terremoto registrate dalla mezzanotte tra Marche e Umbria. Secondo i rilevamenti dell’Ingv, 11 di queste sono state di magnitudo 3.5;la più forte è stata registrata alle 4:13 con epicentro a Fiordimonte, a 10 km da Ussica (Macerata); una di magnitudo 3.4 alle 5 nella stessa zona. Non si registrano al momento nuovi crolli.

Tra le molte repliche di minore intensità, quattro scosse di terremoto di magnitudo 3.5, 3.3 e 3.1 sono state registrate la prima alle 4:13 e le altre in rapida sequenza poco dopo le 4:30 tra Marche e Umbria. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il primo sisma ha avuto epicentro a Fiordimonte e gli altri vicino Ussita (Macerata).

È stata quindi ancora movimentata la seconda notte da sfollati per i circa 4 mila terremotati della provincia di Macerata, sistemati in strutture provvisorie, palazzetti dello sport e qualche tenda. Alcuni gruppi sono già stati trasferiti negli alberghi della costa, come gli sfollati di Visso. Saranno seguiti oggi da altri terremotati. Non si può affrontare l’inverno nelle tende, ha ripetuto ieri anche il premier Renzi in visita a Camerino, uno dei centri più colpiti. Il problema però è che in tutta l’area del sisma ci sono tantissimi edifici inagibili, e non sarà facile trovare una sistemazione adeguata e di lunga durata per così tante persone. Chiuse fino al 31 ottobre numerose scuole, per verifiche e sopralluoghi.

Articoli Consigliati

Top