Ti trovi qui
Home > Cronaca > Catania: tentata occupazione dell’Istituto Ardizzone Gioeni

Catania: tentata occupazione dell’Istituto Ardizzone Gioeni

CATANIA

Tentata occupazione dello stabile di proprietà dell’IPAB Ardizzone Gioeni di Catania (di via De Felice angolo via Agnini) da parte di un gruppo di ragazzi presumibilmente dei centri sociali. Infatti, questa mattina dei giovani, con un furgone preso a noleggio, attrezzato di gruppo elettrogeno-flex e attrezzi da scasso, si è avvicinato all’immobile ed ha tagliato con la mola i lucchetti in acciaio messi a protezione del palazzo. I residente della zona, allarmati dalla presenza massiccia di extracomunitari che stazionavano nei pressi dell’edificio, sono accorsi per chiedere informazioni ai sedicenti operai.

Preoccupati hanno informato la Polizia e il commissario straordinario dell’Istituto Ardizzone Gioeni, dottor Giampiero  Panvini.

Panvini ha subito mandato sul posto due unità di personale con dei lucchetti nuovi necessari per impedire l’accesso ad estranei ed ha informato le forze dell’ordine. «Ho trovato pronta attenzione da parte della DIGOS e non altrettanta da parte di altre forze di polizia. Per questo motivo chiederò un incontro con il Prefetto di Catania. È alquanto strano che appena messo in vendita il palazzo di via De Felice dopo una lunga trafila burocratica, immediatamente si interviene per occuparlo. Mi batterò per il rispetto della legalità».

foto-furgone-ultimatv

Già nello scorso gennaio i centri sociali avevano occupato l’immobile liberato dopo la denuncia del commissario Panvini dalla DIGOS che aveva effettuato anche alcuni fermi.

Articoli Consigliati

Top