Ti trovi qui
Home > Apertura > La sfida dell’Anfiteatro, Daniele Malfitana: «I siti non possono restare chiusi»

La sfida dell’Anfiteatro, Daniele Malfitana: «I siti non possono restare chiusi»

CATANIA

È il tentativo di inaugurare una nuova stagione nella gestione del nostro immenso patrimonio artistico – culturale 

Una scommessa e al contempo una simpatica provocazione. È la sfida lanciata nel maggio scorso dall’Istituto Beni Archeologici e Monumentali del CNR di Catania con il progetto sperimentale di valorizzazione e fruizione dell’Anfiteatro romano di Catania. «Puntiamo sull’imprenditoria giovanile – spiega il direttore dell’ente, Daniele Malfitana – i nostri giovani archeologi svestono i panni del ricercatore, per un momento, per ricoprire il ruolo di professionisti che raccontano ai visitatori questo straordinario monumento di Catania». 

Il direttore sottolinea l’importanza strategico economica di questo esperimento: «Vogliamo tracciare un percorso di buone pratiche e dimostrare che dalla efficace gestione e valorizzazione di un monumento così importante possono scaturire nuovi modelli di economia a vantaggio della comunità. Soprattutto per quei ragazzi che che si formano nelle università siciliane e nei nostri centri di ricerca».

Articoli Consigliati

Top