Ti trovi qui
Home > Cronaca > Palermo: demolita casa abusiva nonostante le proteste del proprietario

Palermo: demolita casa abusiva nonostante le proteste del proprietario

PALERMO

Avviata la demolizione della villetta abusiva nel quartiere di Ciaculli, in via Vittorio Corona, a Palermo. Ieri le operazioni di abbattimento dell’edificio erano state ostacolate dal proprietario, Rosario Zarcone, che si era incatenato alla ruspa. Ma stamane gli agenti della Polizia municipale sono nuovamente tornati alla carica e l’hanno avuta vinta. Non sono mancati momenti di tensione. E nonostante l’ennesimo disperato tentativo di bloccare la demolizione, sono iniziati i lavori per procedere all’abbattimento dell’immobile.

«L’obiettivo di questo piano di interventi – affermano il sindaco Leoluca Orlando e il vicesindaco Emilio Arcuri – è quello di controllare il territorio, proteggere l’incolumità pubblica e combattere l’illegalità. Le costruzioni abusive infatti non soltanto sono pericolose per chi le erige e le abita, ma costituiscono una aggressione al territorio di cui spesso minano la stabilità».

demolizione-2-ultimatv
Interventi come quello di oggi, sottolinea il Comune, «nei prossimi mesi subiranno una forte accelerazione, grazie all’affiancamento», agli operai del Coime, «dell’impresa aggiudicataria della gara di 2 milioni di euro per gli interventi di demolizione di edilizia abusiva».

«I responsabili dell’abuso – sottolinea la nota del Comune -, avrebbero dovuto adempiere autonomamente, in ottemperanza all’obbligo del ripristino dei luoghi», «è obbligo dell’Amministrazione Comunale, infatti, in caso di inadempienza procedere alla demolizione in danno, dopo avere acquisito l’area e l’immobile su cui l’abuso è stato realizzato», «le somme impegnate per gli interventi di demolizione vengono successivamente recuperate in danno dei responsabili degli abusi».

Articoli Consigliati

Top