Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Ciclismo, presentato il Giro d’Italia che torna in Sicilia e sull’Etna

Ciclismo, presentato il Giro d’Italia che torna in Sicilia e sull’Etna

Per la sua edizione numero 100, partirà dalle due isole maggiori il Giro d’Italia 2017. Prima la Sardegna e (il 9 e il 10 maggio) la Sicilia, con due tappe: la Cefalù-Etna e la Pedara-Messina. L’Etna dunque al centro, con l’arrivo della tappa del 9 maggio e la partenza da un paese pedemontano (Pedara) il giorno seguente.

Prenderà il via il prossimo 5 maggio dalla Sardegna e arriverà a Milano il 28, la centesima edizione del Giro d’Italia. Sarà un racconto infinito di sport, storia e cultura, che dopo aver toccato la regione dei quattro mori toccherà anche la Sicilia per poi risalire verso il Nord, rendendo omaggio ad alcuni campioni come Bartali, Coppi e Pantani, che hanno fatto la storia del Paese e del ciclismo. Sei tappe per velocisti, 8 di media difficoltà, 5 di alta difficoltà e 2 cronometro (67,2 km totali). Saranno 3.572,2 i km totali dell’edizione numero cento del Giro, che conoscerà anche un breve sconfinamento in Svizzera e vedrà la sua cima Coppi sullo Stelvio. Il Giro del centenario potrà contare su più di 500mila spettatori per strada e sarà trasmesso in 194 paesi del mondo. Le prime tre tappe della corsa in rosa numero 100 prenderanno il via dalla Sardegna e saranno la Alghero-Olbia, la Olbia-Tortolì e la Tortolì-Cagliari. Dopo un giorno di riposo, i corridori riprenderanno a pedalare verso Milano dalla Sicilia, con la Cefalù-Etna con arrivo al Rifugio Sapienza che inizierà a delineare la classifica, seguita dalla Pedara-Messina. Era dal 1961 che in un’unica edizione il Giro toccava entrambe le isole. Il Giro si concluderà, dopo le tappe alpine,  con la cronometro tra l’Autodromo di Monza e piazza Duomo, a Milano.

fonte foto: Cyclingpro.net

Articoli Consigliati

Top