Ti trovi qui
Home > Cronaca > L’assessore Baccei incontra i precari: «Entro 3 anni risolveremo il problema»

L’assessore Baccei incontra i precari: «Entro 3 anni risolveremo il problema»

CATANIA 

Acireale. Mattinata intensa ad Acireale. Dopo la conferenza sul rilancio delle Terme, l’assessore all’economia Alessandro Baccei, incontra i precari acesi. L’onorevole, Nicola D’Agostino e il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, hanno voluto che i precari incontrassero direttamente l’assessore Baccei affinché si potesse fare chiarezza sul percorso che si costruirà, dopo circa 25 anni. Oltre 280 i precari assunti a servizio del comune che vivono da troppi anni in una condizione di precariato perenne. Più volte hanno manifestato davanti la sede della regione per i continui ritardi degli stipendi, chiedendo a gran voce un contratto. Adesso, si intraprenderà un percorso che possa portare alla risoluzione del problema. L’idea è quella di creare una società esterna ad hoc che assuma tutto questo personale con contratti a tempo indeterminato.

Allo studio, per i precari, c’è un finanziamento che porterebbe alla copertura del 100% e questo darebbe respiro ai Comuni e stabilità a questi lavoratori a tempo determinato, ma ormai storici. «A fine 2016 non si può avere un’ulteriore proroga senza fare alcun tipo di azione – ha affermato l’assessore Baccei – per questo ci stiamo ponendo il problema sia da un punto di vista strettamente legislativo, sia con il confronto con i diretti interessati. Il problema dei precari si aggiunge a quello dei precari delle ex province. Stiamo avviando –  ha continuato – un percorso che prevede sia degli interventi normativi a livello regionale sia a livello nazionale. Non ci sarà una soluzione unica per tutti i precari, ma una serie di interventi che nell’arco di tre anni potrebbero risolvere il problema del personale precario, dei contrattisti e del personale delle ex province».

di Simona Zappalà

Articoli Consigliati

Top