Ti trovi qui
Home > Cronaca > Rapine violente, arrestata la banda che terrorizzava Ballarò

Rapine violente, arrestata la banda che terrorizzava Ballarò

PALERMO

Erano il terrore di Ballarò. Assaltavano istituti di credito, rapinavano turisti per strada ma la caratteristica di questa banda criminale era sempre e solo la violenza. Non guardavano in faccia nessuno e il loro obbietto era mettere a segno il colpo.

Nella notte sono stati arrestati dalla polizia tutti e cinque e sono tutti ragazzi che ora devono rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine. L’indagine è stata seguita dagli agenti della Squadra Mobile di Palermo, coordinati da Rodolfo Ruperti.

Gli inquirenti hanno ricostruito diverse rapine e in un caso, in particolare, la banda simulando un incidente stradale ha bloccato la vittima, scaraventandola fuori dall’auto, e l’ha picchiata con violenza per portar via soldi e oggetti vari, fra i quali anche l’auto.

In un altro caso una giovane turista è stata trascinata a terra per strapparle la borsa. Avevano il perfetto controllo del rione Ballarò a Palermo e a gestire le mosse del gruppo criminale era Emanuele Rubino. Lo stesso che il 4 aprile scorso ha tentato di uccidere con un colpo di pistola un giovane gambiano, per punirlo.

Sempre Rubino è stato arrestato durante l’operazione Maqueda che aveva sgominato un pericoloso gruppo criminale vicino alla famiglia mafiosa di Palermo Centro che controllava attraverso estorsioni, rapine e violenze private proprio il quartiere di Ballarò.

Articoli Consigliati

Top