Ti trovi qui
Home > Cronaca > ICityrate premia politiche urbane siracusane: spiazzate le città vicine

ICityrate premia politiche urbane siracusane: spiazzate le città vicine

SIRACUSA

Il capoluogo aretuseo è il primo in Sicilia nella classifica di ICityRate 2016 sulle politiche urbane dei capoluoghi di provincia, ed è la migliore in tutta Italia per incremento rispetto al 2015. Il dato illustrato è emerso stamane a Bologna nell’ambito di ICity Lab, l’appuntamento annuale sugli ecosistemi urbani e sul governo delle città. La città che ha dato i natali ad Archimede ora si trova all’82esimo posto, ha scalato ben 16 posizioni (l’anno scorso era 98esima), ed è risultata, unica siciliana, tra i primi 15 capoluoghi di tutto il sud. La classifica stilata dal Forum pubblica amministrazione (FPA), tiene conto di 105 indicatori statistici per sette diverse aree. La migliore performance è stata realizzata nel campo dell’istruzione e della socializzazione, dove si è collocata al 36esimo posto riuscendo a risalire ben 61 posizioni rispetto al 2015. Gli altri passi in avanti sono nell’ambito di strumenti per la governance (più 11 posti), nella qualità della vita (più 10),  ambiente (più 8), nella sicurezza (più 8), nella smart mobility (più 5). Siracusa ha riscosso i migliori risultati nella lotta alla dispersione idrica, nell’equilibrio occupazionale di genere e nell’accessibilità degli istituti scolastici. «Si tratta di un risultato – dice Valeria Troia, assessore comunale alle politiche d’informatizzazione, e smart-city che ha partecipato all’incontro bolognese di stamane – che premia la capacità di interpretare le politiche europee e  nazionali. Quando si parla di smart city si è portati a pensare all’innovazione tecnologica, ma si tratta di una visione limitata e riduttiva. Una città veloce, snella, oggi guarda anche all’innovazione sociale, alla gestione dei beni comuni, alla condivisione delle scelte con i cittadini, all’accoglienza, alla capacità di progettare secondo un’idea coerente in tutto il territorio. Questa è la svolta che l’Amministrazione ha impresso e che sta cominciando a dare i primi frutti. Continueremo nel solco tracciato mediante un continuo confronto con i cittadini, le associazioni, le istituzioni del territorio».

di Eleonora Zuppardi

Articoli Consigliati

Top