Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Lucarelli si presenta: «Messina piazza importante, merita di più»

Lucarelli si presenta: «Messina piazza importante, merita di più»

MESSINA

È un Cristiano Lucarelli molto deciso quello che si è presentato al pubblico messinese dopo la convincente vittoria nei playoff di Coppa Italia contro la Vibonese. Idee chiare sia dal punto di vista tecnico che da quello di gestione del gruppo. Sulla partita il neo allenatore giallorosso ha tenuto a precisare:«Abbiamo cercato di dare una svolta. Il risultato può dare morale ai ragazzi. Detto ciò, il mio contributo è stato marginale perché sono qui da troppo poco».

Sulla chiamata del presidente Stracuzzi il tecnico toscano ha detto di non essere stato in grado di rifiutare una piazza come Messina. Già da un po’ Lucarelli studiava le partite del Messina ultima quella con il Monopoli durante la quale erano presenti in tribuna i suoi collaboratori. La sfida è quella di «recuperare più calciatori possibile e quando sarà il momento fare una valutazione su chi è in grado di indossare questa maglia e chi no».

Tanti i giocatori che in questa prima parte di stagione non hanno convinto: «Quando qualcuno non è in grado di fare la giocata decisiva deve comunque dare il massimo per fare il meglio per la squadra. Sono convinto che non sempre quando una squadra perde non rispetta la maglia. Giocare in una piazza come messina ti può inibire. Semplicemente ci possono essere dei periodi no in cui emergono i limiti tecnici e mentali. Non sono in grado di stabilire le lacune tecniche della squadra. Ma sono convinto che in ogni reparto ci sono giocatori che non sono riusciti a esprimersi al meglio delle loro possibilità».

Sulle contestazioni, avvenute anche durante il match contro la Vibonese, Lucarelli ha lanciato un monito ai tifosi: «Abbiamo una tifoseria straordinaria che se non sta dalla nostra parte fa solo il nostro male. Appoggiandoci invece può darci quella spinta necessaria a ottenere il massimo. Stanno soffrendo per questa situazione ma l’interesse è quello della società e dunque devono sacrificarsi anche loro e sostenerci anche nei momenti difficili».

Poi un momento dedicato a chi questa panchina gliel’ha consigliata, Igor Protti, rimasto nel cuore dei supporter giallorossi: «Con Igor ci sentiamo tutti i giorni. Siamo molto amici e quando ha saputo che sarei venuto qui a Messina mi ha detto: “Mi raccomando non far danno in una piazza in cui ho lasciato un bel ricordo”».

Articoli Consigliati

Top