Ti trovi qui
Home > Cronaca > Messina, ospedale Piemonte: l’inaugurazione tra le proteste – VIDEO

Messina, ospedale Piemonte: l’inaugurazione tra le proteste – VIDEO

MESSINA

Con l’hashtag #lostiamofacendo ideato per l’evento svoltosi nella tarda mattinata di oggi, sono state presentare le iniziative a seguito del recente accorpamento a Messina dello storico Ospedale Piemonte e l’IRCCS Centro Neurolesi Bonino Pulejo, già partito dallo scorso 1 ottobre, come stabilito dalla Convenzione stipulata grazie alla Legge Regionale n. 24 del 9 ottobre 2015.
In realtà una vera e propria inaugurazione alla presenza delle autorità, quali il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, l’assessore regionale alla Salute Baldassarre Gucciardi, il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, la deputazione nazionale e regionale messinese, il sindaco, Renato Accorinti.
Grande soddisfazione da parte del direttore generale dell’Irccs, Angelo Aliquò che ha seguito la nascita della nuova importante realtà sanitaria al centro della città di Messina, salvando la paventata chiusura del nosocomio di Viale Europa, con il mantenimento del Pronto Soccorso e i reparti di Medicina interna e di urgenza, Chirurgia generale e di urgenza, Cardiologia con Utic, Ortopedia e Traumatologia, Rianimazione, Riabilitazione. Autorizzati, inoltre, i servizi di Anestesia, Emoteca, Patologia clinica e Radiologia. I posti letto stabiliti sono 84.
Oltre al personale dell’Ircc, sono transitate dalla precedente Azienda Papardo-Piemonte 197 unità di personale.

Come ha illustrato il direttore scientifico, Dino Bramanti, nella struttura del Piemonte sono state potenziate le attività di ricerca e assistenza riabilitativa. Tra i dispositivi all’avanguardia, il Caren, presentato oggi: un sistema di realtà virtuale immersiva, unico in Italia e secondo in Europa, utile alla riabilitazione neurologica e sportiva.
Alla lunga mattinata di festeggiamenti ha partecipato Marco Storari, portiere del Cagliari e già del Messina dei tempi della Serie A, rimasto legato alla città dello Stretto e testimonial del Centro Neurolesi.
Mentre dentro ci si scambiava gli auguri, fuori medici e paramedici di Anaao Assomed, l’associazione dei medici dirigenti, e la Federazione Sindacati Indipendenti, giunti da tutta l’Isola protestavano per la non ancora stabilita Rete ospedaliera e per la decennale situazione dei precari. Incontrandoli, l’assessore Gucciardi, ha rassicurato che entro dicembre sarà chiuso questo lungo e sofferto capitolo per fissare posti letto e stabilizzare i precari: un impegno importante da mantenere sotto i riflettori.
Gli approfondimenti con le interviste nei servizi video.

Intervistati: Rosario Crocetta, presidente Regione Siciliana; Giovanni Ardizzone, presidente Ars; Pietro Pata, segretario regionale Anaao AssoMed; Calogero Coniglio, segretario regionale Fsi Usae; Baldassarre Gucciardi, assessore alla Salute Regione Siciliana

 

di Carmen Di Per

Articoli Consigliati

Top