Ti trovi qui
Home > Apertura > Vittime due volte, di violenza e discriminazione, Italia condannata

Vittime due volte, di violenza e discriminazione, Italia condannata

La notizia fa il giro del mondo. Dal 2004 al 2016 l’Italia non ha mai rispettato la direttiva comunitaria che impone un equo indennizzo in favore delle vittime di reati intenzionali violenti. Dopo 12 anni di richiami, arriva la sentenza di condanna della Corte di Giustizia europea che impone l’obbligo per lo Stato di risarcire coloro che hanno subito aggressioni, stupri, omicidi e violenza per cui non sia stato trovato il colpevole. Per lungo tempo sono state indennizzate solo le vittime con reddito non superiore a 11.450 euro l’anno. Vittime due volte, di violenza e discriminazione. Per questo a Catania e’ nata l’associazione Difesaegiustizia, con lo scopo di assistere e tutelare i soggetti deboli.

 

Articoli Consigliati

Top