Ti trovi qui
Home > Cronaca > Incendio casolare di Ciaculli, c’e’ un altro fermo

Incendio casolare di Ciaculli, c’e’ un altro fermo

PALERMO

Ci sono ulteriori sviluppi sul ferimento della coppia di fidanzati dentro un casolare del rione Ciaculli di Palermo. Dopo giorni di indagini una seconda persona e’ finita in manette. Gli agenti della Polizia di Stato hanno fermato Antonino Faraone, 78 anni. L’uomo e’ sospettato, in concorso con Benedetto Fici, 77 anni, fermato ieri, del tentato omicidio di Umberto Vittorio Geraci, 22 anni, ed Ernesta Jessica Modica, 23 anni.

L’indagato, insieme al presunto complice, dovra’ rispondere anche di lesioni aggravate e porto abusivo di armi da guerra. Il provvedimento e’ stato disposto dalla Procura presso il Tribunale di Palermo. I fatti risalgono a lunedi’ scorso. Mentre i due giovani si trovavano all’interno di un casolare, che Geraci occupava con una tenda, sono state lanciate bottiglie molotov. Ad avere la peggio e’ stato il giovane, meno grave la fidanzata. Entrambi sono stati ricoverati all’ospedale Civico. Le loro condizioni di salute migliorano.

Articoli Consigliati

Top