Ti trovi qui
Home > Ambiente > Anche in Sicilia il coleottero “black twig borer”. A rischio non solo i carrubi

Anche in Sicilia il coleottero “black twig borer”. A rischio non solo i carrubi

In Italia aveva già fatto la sua comparsa ma lo Xylosandrus compactus, un coleottero scolitide esotico, sembrava aver risparmiato la Sicilia. Così non è stato. E da qualche tempo la sua presenza è stata posta all’attenzione del Servizio Fitosanitario regionale e dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura. Questo minuscolo insetto infatti, segnalato anche nella nostra isola, è stato individuato nei territorio del ragusano e siracusano. Qui ha già infestato diverse piante di carrubo. Una situazione che non è passata inosservata agli  occhi degli esperti.
«Si tratta di un coleottero che scava dei “tunnel” all’interno della pianta – spiega l’entomologo, Giuseppe Massimino Cocuzza – Questo danneggia il flusso della linfa e determina il disseccamento dei rami. Ad oggi i danni sono stati segnalati solo sulle piante del carrubo ma possiamo immaginare che altre piante, di flusso legnoso, come, per esempio l’olivo, possano essere esposte a questo insetto e quindi al rischio di un attacco».
È la femmina a scavare dei veri e propri “tunnel” all’interno del fusto e a deporvi le uova dentro. Qui, nel giro di pochi giorni le uova si schiudono e le larve, a loro volta, scavano altre gallerie. Diventano operative nell’arco di 3 – 4 giorni.  Si nutrono di un fungo che la madre “sistema” accanto alle uova e questo garantisce alle larve il nutrimento utile.
«L’insetto, che da adulto raggiunge una grandezza massima di due millimetri, è originario dell’Est – continua Cocuzza -. Arriva dall’India, dal Giappone ma è già diffuso in Europa da diversi anni. In Sicilia, solo nell’ultima settimana l’insetto è stato identificato dal prof. Santi Longo e dalla dott.ssa Giovanna Tropea, entrambi del Dipartimento di Agricoltura, Ambiente e Alimentazione, dell’Università di Catania».
«Per contrastare l’insetto il miglior strumento è la potatura o l’asportazione dei rami attaccati e la bruciatura degli stessi in modo da eliminare gli insetti. Non vi sono altri mezzi validi, né insetticidi utili».

coleottero
foto Xylosandrus compactus

 

Articoli Consigliati

Top