Ti trovi qui
Home > Cronaca > Aci Catena, restano in carcere il sindaco Maesano e il consigliere Barbagallo

Aci Catena, restano in carcere il sindaco Maesano e il consigliere Barbagallo

Restano in carcere, a Piazza Lanza, il sindaco di Aci Catena, Ascenzio Maesano, ed il consigliere ed ex ragioniere del Comune, Orazio Barbagallo, fermati lunedì scorso per corruzione contraria ai doveri d’ufficio. Arresti domiciliari, invece, per l’imprenditore Giovanni Cerami che, in sede di interrogatorio di garanzia, avrebbe ammesso, anche se solo in parte, le responsabilità che gli sono state addebitate dai pubblici ministeri della procura di Catania. Il gip del tribunale etneo, Anna Maggiore, ha sciolto le riserve non convalidando il fermo perche’ non vi sarebbe stato pericolo di fuga, ma emettendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Maesano e Barbagallo e disponendo i domiciliari per il terzo indagato, l’imprenditore Cerami.

Articoli Consigliati

Top